EXTREME MAKEOVER: BRIATORE EDITION

/ 1 comment
Mentre cercavo immagini per i post relativi alle palette (dopo il rosa ho in programma l'azzurro, il giallo ed il grigio) ho visto fotografie bellissime di ambienti curati, perfettamente tirati a lucido, con tonalità incredibili e declinate in modo sublime.


Il primo pensiero è l'ammirazione per la professionalità dei designer, poi arriva la domanda: ma non è un po' finto?
Abbinare lenzuola, copriletto e tende è normale, ma cercare i giocattoli in tinta con la carta da parati è decisamente da fissati!

Fareste scegliere all'arredatore i quadri da appendere in casa vostra?? io no, preferisco tenermi le pareti vuote e trovare magari qualcosa che mi ispira, mi emoziona o semplicemente mi piace piuttosto che ritrovarmi la casa arredata con oggetti che non ho scelto.

Così si rischia l'effetto libri di Briatore!
Per chi non lo sapesse, il sig. Briatore un giorno ha rilasciato un'intervista nel suo studio, dietro a lui una boiserie piena di libri finemente rilegati e studiatamente disposti per ottenere un effetto gradevole.
L'intervistatore ha poi scoperto che si trattava di libri finti (di legno?), scelti dall' interior designer. 

In rete in parecchi sembrano conoscere questo episodio, purtroppo non riesco a trovare immagini o video del curioso aneddoto; avrà esercitato il suo diritto all'oblio? Io me ne ricorderò per sempre, signor Briatore!!

A maggior ragione quando si tratta di camerette dei bambini sarebbe opportuno evitare di riempire di oggetti anonimi la loro stanza; senza fretta si possono proporre giocattoli, peluche, quadretti e libri che sono adatti a loro e che sono scelti sotto la nostra supervisione, magari anche con un occhio all'estetica.
Imaginarium

Piano piano arriveranno i primi lavoretti dell'asilo, le fotografie al mare, il peluche preferito e saranno il complemento d'arredo perfetto, che nessun progettista avrebbe mai potuto scegliere per voi!

1 commento:

interagire è bello e costruttivo