ASCIUGATRICE I LOVE YOU

/ 2 comments
Non di solo design vive la mamma (ed il papà), ma anche di incombenze quotidiane quali pulire, lavare e stirare...parliamone! 


 
Soprattutto quando i bambini sono più di uno si viene travolti da un mare di mini vestiti sporchi che passano più tempo in lavatrice e stesi che indosso ai legittimi proprietari; poi, impossibilitati a stirare causa cronica mancanza di tempo, ci si ritrova con tutine che una volta erano morbide e coccolose e dopo pochi lavaggi sembrano delle spugne vecchie.
Sto esagerando?

 
Se considerate che è opportuno non utilizzare l'ammorbidente (magari approfondiamo in un altro post il perchè e il percome) vi rendete conto che la morbidezza a cui siamo abituati è di certo compromessa. 

Poi c'è la questione dei tempi di asciugatura di queste tutine e dei body, ricordando che esiste una regola matematica per calcolare il numero di body di cui avrete bisogno ovvero “ N° body necessari = n° body che avete disponibili + 1 “ (nel mio caso spesso +2)
Dei primi giorni dei gemelli a casa ricordo la frenesia di spostare vestitini da un calorifero all'altro nella speranza di ottenere un'asciugatura decente.



Al corso preparto ci dissero che era meglio far asciugare le tutine al sole per sfruttare il “potere antibatterico del sole”...ora io non ho più approfondito in cosa consista 'sto potere, soprattutto perchè i miei figli sono nati a Dicembre e se avessi aspettato il sole sarei ancora qui con le mie tutine bagnate!! 
 
I miei problemi con il bucato sono stati causati soprattutto dalla mia cocciutaggine poiché mi rifiutavo di prendere in considerazione l'asciugatrice, fonte di inutile spreco energetico ai miei occhi, finchè non l'ha acquistata mia sorella per il suo miniappartamento che diventava una sauna dopo ogni lavatrice.

Provata ed amata 
 
In un'ora e mezza è tutto asciutto, morbido e pronto da piegare (io ancora adesso mi rifiuto di stirare buona parte dei vestiti dei bambini); i capi che vanno stirati, però, sono molto più soffici e si stirano moooolto più facilmente.
I modelli più nuovi funzionano con la tecnologia in pompa di calore e consumano davvero poco; guardando la scheda tecnica del modello che ho io ci sono consumi che vanno da 2,2 kWh a 0,57 kWh, quindi un ciclo lungo fatto anche all'orario di punta può costarvi al massimo 60 centesimi! 
 
Io non vendo asciugatrici, anzi, mi occupo di risparmio energetico e trovo che questo elettrodomestico sia indispensabile in una famiglia di almeno 4 persone, soprattutto se si vive in appartamenti piccoli.
Fra l'altro da quando la utilizzo compro meno vestiti (per i bambini, per me continuo ad essere un disastro!) perchè non ho più bisogno di mille body, magliette e pantaloni visto che posso lavarli quando i bambini vanno a letto ed averli freschi e puliti la mattina dopo..anche questo è un bel risparmio!
 
Unieuro

Io la consiglio con il cuore ed ho scritto questo post perchè ultimamente ho sentito di diverse promozioni presso catene di vendita di elettrodomestici...forse anche gli esperti di marketing si sono accorti che questa è una macchina speciale che può alleggerire di molto i lavori domestici.

Voi avete l'asciugatrice?
La desiderate o siete scettici?
 

2 commenti:

  1. Io non potrei più vivere senza... noi abbiamo una combinata. Ma io non lavo e asciugo mai con programma unico. Prima lavo e poi prendo fuori il bucato sbatto bene e divido in due asciugature. Così i vestiti vengono fuori perfetti e la maggior parte potrebbe essere riposta senza stirare. E' l'elettrodomestico più utile acquistato find'ora.
    Buona giornata! Giorgia

    RispondiElimina
  2. Anche io sono stupita da quanto i vestiti escano perfetti.
    Penso alle maglie dei bambini, basta piegarle e sono a posto!
    Buona giornata.

    RispondiElimina

interagire è bello e costruttivo