METTIAMOCI UNA PEZZA

/ Leave a Comment
Abbiamo parlato di temperatura e di umidità e, se avete seguito il mio consiglio, avrete scoperto quali parti della vostra casa sono più calde, quali più fredde e quali si riscaldano o si raffreddano più velocemente.
Queste situazioni sono dovute all'esposizione ed alle caratteristiche edilizie del vostro appartamento, ovvero quanto è isolato, come è isolato, che tipo di serramenti sono installati e come sono posati, oltre che all'efficienza del vostro impianto termico.

Come avevo già anticipato, ci sono problemi che sono gravi come la muffa ( e che spesso ne nascondono altri), poi ci sono mezzi problemi, che causano discomfort ma che possono essere migliorati.
Qui cerco di fare un elenco di quelle che mi vengono in mente, con soluzioni semplici e poco costose; naturalmente se qualcuno volesse aggiungere qualcosa – problema o soluzione- i commenti sono aperti!!
Seguirà un post sulle soluzioni definitive, molto più elaborate, costose, ma di certo efficaci..per il momento vediamo cosa si può fare:


QUEL GELIDO ANGOLINO

 
Caso tipico, vi trovate con una zona del salotto dove fa più freddo; magari siete sul lato più esposto al vento o poco riscaldato dal sole.
Se è un angolo in cui vi piace comunque soggiornare, potete cominciare a ridurre le dispersioni termiche con un tappeto sul pavimento; che sia raso, peloso, in lana, acrilico o pvc renderà la superficie più calda.
Per i nostri bambini ormai tutte le catene di arredamento ed i negozi per loro vi propongono tappeti acrilici con stampe giocose, magari con le strade per far correre le macchinine; nei negozi di bricolage e fai da te, invece, si possono comprare a metraggio soprattutto in PVC stampato, facilmente lavabile e molto durabile, con alcune fantasie simili tra loro, tipo questa:


Ovviamente questa soluzione non va bene con i pavimenti radianti, che verrebbero “soffocati” da questo rivestimento; proviamo a cercare un'altra strategia...

Se avete i radiatori, invece, un'altra soluzione facilmente attuabile è quella di aggiungere qualche elemento al calorifero stesso; la spesa è modesta (parliamo di 100 € al massimo), ma se non avete altre alternative che patire il freddo io ve lo consiglio!!

IL MALEDETTO SPIFFERO

 
Siete seduti ed eccolo, quel refolo freddo nella schiena!
Viene dalla finestra o dalla portafinestra, che magari presenta anche segni di condensa sul vetro.
Se non potete mettere mano ai serramenti perchè siete in affitto o non avete ancora messo in conto una spesa di questo genere vi suggerisco di seguire il consiglio della nonna e di confezionare i salsicciotti anti spiffero...se avete una casa in stile shabby chic saranno perfetti e ne troverete a iosa, se avete linee più moderne potete andare in un negozio di scampoli e cercare il tessuto che si adatti meglio alla vostra casa e creare un piccolo cuscino da riempire di ovatta.
da Amazon
 
Vi sconsiglio, invece, i nastri adesivi comprimibili che trovate nei negozi di fai da te; mettendoli rischiate di compromettere ulteriormente la capacità sigillante del serramento, che è normalmente dotato di almeno una guarnizione.

Se avete buoni rapporti con un serramentista chiedetegli di venire a registrare le vostre porte e finestre; ogni due anni circa sarebbe buona cosa “tirare” le viti che regolano i cardini per essere sicuri che la chiusura sia sempre perfetta, ma spesso non abbiamo modo di procedere da soli.

L'immagine, fatta da me, fa vedere come un serramento nuovo (e molto isolante) non regolato faccia passare una grande quantità di aria solo a causa della non perfetta corrispondenza tra le giunzioni di chiusura.

Inoltre, se avete tanto spirito di bricolage, potete migliorare decisamente la situazione togliendo i coprifili (le cornici) ed andando a ripristinare la schiuma isolante tra telaio e muro, che sarà sicuramente rovinata e farà passare moltissima aria calda da dentro a fuori, creando il maledetto spiffero!

Lo stesso vale per i cassonetti delle tapparelle, veri ed autentici buchi nelle pareti;lì, però, non possiamo fare molto da soli, se non chiedere qualche preventivo agli specialisti.

Per il momento è tutto...avete problemi del genere a casa vostra?

0 commenti:

Posta un commento

interagire è bello e costruttivo