9 DICEMBRE : AUGURI AUGURI AUGURI

/ Leave a Comment


La tecnologia ci avvicina, qualcuno di voi legge questo blog da centinaia di kilometri da me e si riesce a comunicare in pochi secondi con paesi lontani.

Il rovescio della medaglia di questa facilità di comunicare si nota soprattutto in questo periodo, quando si ricevono auguri via sms di gruppo o con le cartoline virtuali mandate a tutta la rubrica ; lo capisco da parte di aziende che vogliono contattare migliaia di persone, non da parte di persone che al massimo ne devono sentire una cinquantina. 

Almeno a Natale, gli auguri più sentiti sono quelli personali o almeno personalizzati.
Per questo io negli ultimi anni mando dei biglietti via posta alle persone che sono sicura di non vedere durante il periodo delle feste.

Da quando ci sono i bambini, poi, ne approfitto e metto delle loro foto per aggiornare amici e parenti lontani dei progressi; non credo di esser l'unica che ha consanguinei e conoscenti che sente poche volte all'anno, magari solo attraverso Whatsapp (per i più tecnologici) o il telefono (la componente più anziana della famiglia.
Questo, ad esempio, è il modello di biglietto che abbiamo creato per lo scorso anno, con diverse fotografie dei bambini mentre giocavano sul divano.



 
snapfish.it

Questo è il modello che abbiamo scelto per quest'anno e nei prossimi giorni dobbiamo trovare il modo di fare una bella fotografia ai bimbi!


 
Sul retro scriviamo i nostri auguri a mano e li personalizziamo con un pensiero speciale per la persona a cui lo invieremo.

Quasi tutti i siti on line di stampa di foto vi offrono questo servizio, con biglietti completi di buste, pronti per raggiungere in pochi giorni i vostri cari.

Se, invece, siete esperti di scrapbooking e decoupage potete creare i vostri bigliettini come preferite; io adoro questi e questi, dal blog "Storie di timbri, carta e …"


Io so che questi sono pensieri sempre apprezzati e mi tengono in contatto con persone a cui tengo ma che, per un motivo o per l'altro, non vedo abbastanza.
 
Voi spedite i biglietti?
Li fate voi o li comprate?

Esistono anche biglietti venduti per beneficenza, come questi dell'Unicef.

0 commenti:

Posta un commento

interagire è bello e costruttivo