MILLE BOLLE BLU...

/ Leave a Comment
Dicevo delle lavatrici da fare...due bimbi pasticcioni che ogni giorno si sporcano + un po' di arretrati + quelle cose che vengono lavate solo quando ci sono le vacanze (tende, cuscini..) = disastro in lavanderia!!!

Ma da qualche anno ho un alleato che si chiama acido citrico.



L'ho conosciuto quando mi sono avvicinata alla cosmesi ecobio visto che molte donne si erano convertite anche a prodotti a basso impatto ambientale per le pulizie; è, infatti, un acido che funziona molto bene come anticalcare ed igienizzante.
Fare una soluzione al 15% (1 litro d'acqua +150 gr di acido citrico) dà un buon brillantante per la lavastoviglie e per pulire incrostazioni di acqua sulle parti cromate.

E' inoltre consigliato come ammorbidente; scordatevi la morbidezza ed il profumo dei normali prodotti da supermercato, ma se decidete di comprare l'asciugatrice e provate a profumare con gli oli essenziali avrete sicuramente un buon risultato!
L'uso più interessante, per me, dell'acido citrico, è di prevenzione e cura dell'infeltrimento della lana.


Io uso molti maglioni e vestiti contenenti lana, magari non cachemire costosi, ma odio non sapere se li potrò rimettere dopo averli lavati; da quando riempio la vaschetta dell'ammorbidente della mia soluzione di acido citrico sono sicura che quando aprirò la lavatrice i miei capi saranno belli e morbidi come prima.

Ho anche salvato qualche maglione che era finito in un ciclo normale e sembrava perduto immergendolo per un'ora in una soluzione al 20%, lavandolo con detergente delicato ed usando di nuovo l'acido citrico come ammorbidente finale.

Avete mai provato?
Io ve lo consiglio!!!

0 commenti:

Posta un commento

interagire è bello e costruttivo